Numero verde per automobilisti e assicuratori: 800 97 83 20 | Numero per le carrozzerie: 02 305 636 00 | info@soluzionecarrozzeria.com

Numero verde per automobilisti e assicuratori
800 97 83 20
Numero per le carrozzerie
02 305 636 00
info@soluzionecarrozzeria.com

Guida autonoma nelle autovetture: vantaggi e rischi
Guida autonoma e uso del pilota automatico: vantaggi e rischi

Con l’incessante evolversi della tecnologia, i veicoli a guida autonoma sono destinati ad affermarsi sulle nostre strade. Le ultime stime prevedono per il 2030 il debutto su vasta scala di auto a guida totalmente autonoma: tali veicoli saranno in grado di circolare in qualsiasi tipo di strada, in qualunque condizione meteorologica e i passeggeri a bordo potranno totalmente disinteressarsi della guida durante il percorso. Un rivoluzionario sistema di guida che cambierà radicalmente il settore automotive e il modo di pensare le auto. Tuttavia, nonostante questa nuova tecnologia presenti moltissimi vantaggi, sono diversi i rischi da considerare.

Guida autonoma con pilota automatico: cos’è e come funziona

Un’autovettura autonoma è un veicolo a guida automatica in grado rilevare l’ambiente e la navigazione senza intervento umano. Alla base di questo processo vi è un software che governa la vettura e permette di raggiungere le destinazioni senza l’intervento da parte del pilota o attribuendo solo parzialmente l’azione di guida al conducente. Tali veicoli, in pratica, sono in grado di “vedono” l’ambiente che li circonda grazie a radar, lidar, GPS, sensori e camere di bordo che interagiscono col software dedicato, il quale prenderà la decisione migliore autonomamente, senza che l’intervento umano sia richiesto.
Le funzioni dell’autopilot dipendono dal livello di autonomia di guida, che aumenta fino ad arrivare ad una totalità di controllo da parte del sistema centrale del veicolo. Al livello 0 il veicolo non presenta automatismi dal punto di vista della guida, ma possono essere previsti sistemi di sicurezza come la frenata di emergenza, l’anticollisione e il monitoraggio della corsia. Nel caso del livello 5, il massimo possibile, la guida autonoma è al 100% in qualsiasi percorso, che si tratti di città o autostrada, e il conducente può distogliere l’attenzione e staccare le mani dal volante.

Vantaggi e rischi

Tra i vantaggi che apporta il pilota automatico vanno considerati:

  • Maggiore sicurezza negli spostamenti, e di conseguenza riduzione degli incidenti. Il sistema di guida non è soggetto a stanchezza o distrazioni ed è meno soggetto ai rischi legati alle condizioni ambientali (scarsa luce, nebbia, pioggia); inoltre, sincronizzandosi tra di loro, le auto sapranno avvertire i cambi di tragitto e quindi prevedere le azioni degli altri veicoli.
  • Meno consumi ed emissioni: il pilota automatico consentirà di ridurre drasticamente il repentino cambio delle marce e l’utilizzo assiduo dei freni, così come equilibrare la frequenza di accelerazione e decelerazione.
  • Riduzione dello stress del guidatore e ottimizzazione delle ore dedicate alla guida, che potranno essere impiegate in altre attività necessarie o più piacevoli.

Nonostante i suddetti benefici, sono ancora molti i rischi e gli svantaggi legati alla guida autonoma, che fanno sorgere ancora molti dubbi sull’affidabilità di questa tecnologia:

  • Problemi e dubbi legati alla sicurezza: nonostante la tecnologia possa essere affidabile, gli imprevisti possono sempre accadere. Anche se il veicolo è guidato automaticamente, cosa che permette al guidatore di dedicarsi ad altre attività o godersi il viaggio ammirando il panorama, sarebbe necessario mantenere l’attenzione ferma sulla strada per evitare incidenti.
  • Rischio di hackeraggio: come ogni dispositivo elettronico connesso ad un rete, allo stesso modo anche la vettura a guida autonoma è attaccabile da hacker, i quali potrebbero “impossessarsi” del veicolo o alterare le normali funzioni di guida.
  • Perdita di professioni come autista e macchinista: il sistema di guida automatica potrà essere adattato a camion e trasporti pubblici, come già in parte avviene per gli aerei.
  • Problemi di privacy e protezione dei dati personali, che può riguardare conducenti, passeggeri e terzi. Tali sistemi inevitabilmente registrano, trattano e conservano numerosi dati personali (si pensi alle telecamere esterne ed interne, software di riconoscimento vocale o biometrico, dati del percorso effettuato…) che potrebbero essere utilizzati per attività di marketing o, in assenza di una politica di raccolta e trattamento di tali dati, potrebbero essere illecitamente acquisiti da terzi per altri fini.

Altri News

SoluzioneCarrozzeria