Numero verde per automobilisti e assicuratori: 800 97 83 20 | Numero per le carrozzerie: 02 305 636 00 | info@soluzionecarrozzeria.com

Numero verde per automobilisti e assicuratori
800 97 83 20
Numero per le carrozzerie
02 305 636 00
info@soluzionecarrozzeria.com

Monopattini elettrici: un pericolo per la nostra sicurezza?
Monopattino elettrico: le regole per guidarlo in sicurezza

Il monopattino elettrico si sta diffondendo sempre di più sulle nostre strade. Potrebbe essere una questione di tendenza, comodità per la mobilità individuale o prevenzione dal contagio Covid-19. Purtroppo assieme alla sua circolazione vanno sempre più moltiplicandosi anche gli incidenti. Il quotidiano La Repubblica riporta che lo scorso anno i sinistri gravi sono stati ben 125, uno ogni tre giorni, 11 feriti in prognosi riservata e 49 feriti con prognosi superiore ai 40 giorni. Dal giugno 2019, ovvero data del lancio dei monopattini come dispositivi mobilità nelle nostre città, il monopattino elettrico è equiparato alle biciclette: chi lo usa deve quindi seguire le regole del Codice della Strada imposte ai ciclisti.
I monopattini possono avere potenza massima di 500 watt, mentre gli altri con potenza superiore sono illegali e il trasgressore rischia una vera e propria sanzione, oltre alla confisca del mezzo. Vediamo quali sono le regole da seguire alla guida di un monopattino elettrico:

  • Utilizzo consentito solo a chi ha compiuto almeno i 14 anni di età.
  • Fino al compimento della maggiore età, è obbligatorio indossare il casco.
  • È consentito il transito nelle zone a traffico limitato e nelle strade pedonali, se non espressamente vietato.
  • Vietata la circolazione sul marciapiede.
  • Illuminazione anteriore e posteriore obbligatoria.
  • In cattive condizioni atmosferiche, i monopattini devono essere condotti a mano.
  • Quando si è alla guida del monopattino si deve procedere in un’unica fila.
  • Vietato trasportare altre persone, oggetti o animali e farsi trainare da un altro veicolo.
  • Non è possibile passare col rosso ai semafori pedonali.

Le proposte per migliorare le condizioni di sicurezza

L’Asaps (Associazione Sostenitori e Amici Polizia Stradale) ha lanciato due proposte: la prima è di adottare una targa obbligatoria per il riconoscimento dei mezzi. La seconda è un’assicurazione anche per i privati e per chi affitta in sharing questi nuovi strumenti. Per quanto riguarda il casco ci sono situazioni in cui non è obbligatorio, come per gli sciatori, ma molti lo usano lo stesso: per questo sarebbe bene indossarlo quando si va sul monopattino. Intanto l’obbligatorietà del casco per tutti gli utenti dei monopattini ha subito una battuta di arresto a Firenze, prima città d’Italia ad averlo reso obbligatorio dall’inizio del mese. La città ha dovuto sospenderlo per un’ordinanza del Tar della Toscana a cui alcuni gestori del servizio di sharing avevano fatto ricorso.

Stiamo quindi ad osservare quali saranno gli sviluppi futuri e i provvedimenti che verranno presi per la sicurezza sulle strade.

Altri News

SoluzioneCarrozzeria